Giardino e ingegneria naturalistica
Giardino e ingegneria naturalistica
Giardino e ingegneria naturalistica
Giardino e ingegneria naturalistica
Giardino e ingegneria naturalistica
Come l'ingegneria naturalistica può essere utilizzata con successo nel mio giardino?

In questo momento in cui si sente parlare sempre più spesso di problemi legati al rischio idrogeologico del nostro Paese, (fiumi che esondano, strade che franano, smottamenti pesanti a causa di pioggia prolungata, erosione delle coste, etc.) possiamo prevenire i danni affidando i lavori importanti alle mani di personale specializzato in tecniche d'ingegneria naturalistica.

Questa disciplina, infatti, impiega le piante vive o parti di esse, in unione con materiali non viventi come pietre, terra, legname, bio-stuoie e acciaio per risolvere problemi di "dissesto idrogeologico", in modo serio, scientifico, sicuro, ecosostenibile e soprattutto molto più bello ed integrato nel territorio che non utilizzando le solite tecniche a base di cemento armato.

L'ingegneria naturalistica è nata nei paesi alpini in risposta alla domanda di risoluzione di problemi di frane, smottamenti ed erosioni ma viene utilizzata sapientemente anche nel verde privato e pubblico.

Attraverso queste tecniche si possono conseguire diversi obiettivi come ad esempio:

- Il recupero ambientale di cave estrattive e discariche;

- Il consolidamento di scarpate, argini, sponde di fiumi o laghi soggetti ad erosione;

- La creazione di ambienti naturali utili alla riproduzione faunistica;

- L'inserimento di infrastutture nel paesaggio;

- Il consolidamento delle dune sabbiose sulle coste marine.

Ma le varie tecniche d'ingegneria naturalistica trovano spazio e utilità anche nei nostri giardini e in generale in tutte le aree verdi in cui vi sia la necessità di stabilizzare un pendio, o una scarpata, dove si debba costruire in sicurezza un ruscello o un laghetto, dove nasca un sentiero o una strada verde, dove si debba seminare in luoghi inaccessiobili alle comuni macchine da semina, e dovunque si debbano utilizzare opere che siano totalemnte integrate nel paesaggio nel modo più naturale possibile.

Vedi anche